google6a3fa170c1192d09.html 100cosecosi 100cosecosi: BERLUSCONI RETROSCENA E ANO-DOTTI INTORNO A MARTE E VENERE

lunedì 28 maggio 2012

BERLUSCONI RETROSCENA E ANO-DOTTI INTORNO A MARTE E VENERE



Il restauro delle due statue (175 dc) ha sollevato un mare di polemiche nel
mondo dell'arte,come se non bastasse ci si sono messi anche gli psicanalisti;facile facile intercettare le proiezioni involontarie che si fà sfuggire il vecchio Satiro (erano cosi assatanati che trombavano persino le cavità dei tronchi nei boschi!)
I due Dei dell'Olimpo Marco Aurelio e sua moglie Faustina appartengono all'epoca in cui i mortali potevano accedere alla divinizazione per meriti speciali,questo aspetto in termini di pulsione,desiderio o simbolicamente volontà di potenza è sfuggito ai più,non vorrete forse credere che sia un caso che l'attenzione" dell'immortale " Silvio sia caduta proprio lì ?
L'ano-dotto lo confessò Don Verzè suo grandissimo amico un anno prima di sfuggire alla giustizia (scandalo del San Raffele)  schiattando " Silvio è ossessionato dalla morte,vorrebbe soppravivere..." tanto che pose parecchi interrogativi sulle possibilità della scienza per prolungare la sua vita.
Berlusconi ordino il restauro ricostruttivo della mano destra di Venere e quella del pene (i romani dicevano: "il fascino" che starebbe per il cazzo!) di Marte,quest'ultimo per dimensioni un po esuberante rispetto alla tradizione scultorea immutata nei secoli,ripresa da Michelangelo Buonarrotti ispirantosi alla scultura Greco-Romana e da allora immutata.
Silvio no,lui incarna " il nuovo " ha voluto metterci becco è ne ordinò un rifacimento in dimensioni contemporanee "ad similia" a supporre perfidamente che in loco si siano precipitate le esperte della situazione,un codazzo di Ministre,c'erano:la Gelmini,la Carfagna,la Brambilla etc,c'era anche un nano da giardino un po' spaesato da intendersi più che altro come esempio di dimensioni sgradite al committente (...) un tal Brunetta...Raggiunse il gruppo poi una tal Minetti seguita da un folto codazzo di Escort,sufragette o Olgettine,una volta lì convenute hanno lungamente disquisito (ilari e impertinenti) sulle dimensioni ideali del pene di Marte,prima però hanno litigato un po' e centimetro in più o centimetro in meno il responso è stato dato e la spesa che ne è scaturita all'altezza del sacro istituzionale compito (70.000 euro buoni buoni) cosicchè i posteri nei secoli a venire potessero conoscere un pizzico dell'eros del Dio  della guerra,del "condottiero" che volle segnare,lasciare traccia del suo passaggio anche nella Storia dell'Arte.
In quel periodo le battute che circolavano erano terrificanti,irriferibili " L’architetto di Berlusconi ha avuto il placet dei Peni Culturali " e " un restauro del cazzo " e via dicendo.
In fatto di Ano-dotti rammento bene di un cortigiano: Vittorio Littorio Sgarbi che in preda all'isteria in prima serata rivolto a Travaglio chiede rispetto per il dramma incorso alla prostrata del cavaliere !
La qualcosa mi indusse a interpretare il restauro come un monumento postumo alla dipartita della sacra divina vigorìa.
Credete che sia finita ?
Fin'ora ci sono andato leggero,direi a passo di danza,veniamo al sodo:rammenterete senz'altro quel noto affresco del Tiepolo (1699-1770) che il satiro burlesquoni volle fosse riprodotto,un murales come sfondo delle conferenze stampa a Palazzo Chigi e poi oscurato con una bella passata di sobrio blu dal "sobrio" pudico Monti (...)
Comprendeva la dea, dal seno nudo direi più o meno come dovrebbe essere nutrice la verità, aveva fatto bella mostra di sé in molti incontri con i giornalisti.
Finchè un bel giorno il figlio di un dio cretino volle esibire un frammento di coerenza,ovviamente riservata alla plebaglia,al volgo,per il felice popolo di villania,la sua fede nei sacri valori "dio casa e famiglia" e lo ricorderete fece pure  la prima (perchè la prima?La prima eè da bambino dopo èsemplicemente comunione) comunione lui che massone lo nacque parafrasando Toto' !
Patria no perchè aveva per cosi dire amici eccentrici,strani e secessionisti (il duce non gliene volle si dice).
Insomma fece coprire quel seno,quella mammella nutrice metafora di una politica,di una trasparenza che non gli apparteneva in nulla,poi si vedrà quanto la Repubblica ne soffrirà,immensamente arrichendo l'altra,la Repubblica.it !
Disse a proposito Paolo Buonaiuti suo portavoce:"quel capezzoluccio capitava nelle inquadrature dei tg e poteva turbare la sensibilità degli spettatori» (sic!) .
Dietro le quinte sapremo poi cosa avveniva in realtà a Palazzo Chigi,i dettagli che filtrano dal processo Ruby sono eloquenti e pur conoscendo il tipo: choccanti !
Tradotto in parole povere solo il gran satiro,il condottiero,lui Burlesquoni poteva dedicarsi profanamente al sollazzo con le ninfe: gli altri i beoti del popolino sedotti dal "fascino" del demagogo populista dovevano far della castità grande virtù !
Con tanto di benedizione delle lunghe sottane nere dell'epoca ! 
Io concluderei con una immagine terrificante che appartiene agli scioperi dei minatori affamati da una lunghissima lotta,le donne allo stremo e in preda alla disperazione assaltavano i forni del pane e in alcuni casi trascinavano in strada ed eviravano il malcapitato che abusando della fame aveva violato l'innocenza delle loro figlie !
Neppure i gatti apprezzerebbero quella libbra di carne !
Parafrasando Shakespeare nel "il mercante di Venezia" .
Nel Museo,in cui ritorneranno le due statue stanno assumendo alcune precauzioni,ad esempio circondare le due opere con un corrimano che tenga a distanza di sicurezza le signore attratte dall'insano desiderio di accarezzare quel pene istituzionale e "ad similia" !


1 commento:

  1. La politica berlusconiana è proprio la politica del c...zo!

    RispondiElimina

"Rifiutare di avere opinioni è un modo per non averle. Non è vero?" Luigi Pirandello (1867-1936)