google6a3fa170c1192d09.html 100cosecosi 100cosecosi: Marina Berlusconi si prepara ad entrare in politica. Non si sa ancora per quale reato.

lunedì 15 novembre 2010

Marina Berlusconi si prepara ad entrare in politica. Non si sa ancora per quale reato.


(Estratto da Blitz Quotidiano)
... se ancora il direttore del Giornale al fatto quotidiano aveva detto che “dopo Silvio c’è solo Marina”, la Prestigiacomo sulla possibile candidatura della figlia del premier ha commentato secca: “So che viene invocata. Potrebbe essere una bellissima novità. Una donna veramente in gamba. Ma dovrebbe sempre avvenire dopo il ricorso al popolo”.
A chi le domanda se siamo a rischio democrazia ha risposto: “ Siamo stati con i figli di Segni, Cossiga, La Malfa… Le leadership si conquistano sul campo. Monarchia sarebbe saltare il ricorso alle urne ” 






Dopo Silvio, Marina Berlusconi “invocata” premier. Chiamate gli infermieri a Palazzo

Aiuto, se è una sala da gioco chiamate il “caposala”, se è un alveare impazzito chiamate l’ape regina, se è una corsia di ospedale chiamate gli infermieri. O gli assistenti sociali o l’analista o chi vi pare: qui si stanno dando i numeri. L’ultima sparata con voce soave è quella del ministro Prestigiacomo: “So che viene invocata, sarebbe una bellissima novità”. Novità per cosa, ministro? E, di grazia, chi “invoca” chi e per che cosa? Ma su, come si fa a non saperlo, a non aver sentito le “invocazioni”? La “invocata”, perché di una donna si tratta, è Marina Berlusconi, la figlia di Silvio. Invocata perché prenda davvero il posto del padre alla guida di Mediaset? Che sciocchezza, non di questo si tratta, ma non li leggete i giornali, anzi “Il Giornale”? Veramente no, nella sua ultima “telefonata al paese” papà Berlusconi aveva detto di non farlo. Ma per “Il Giornale” bisognava fare un’eccezione, almeno secondo il ministro Prestigiacomo. Fatta l’eccezione, si sarebbe potuto apprendere, parola di Allesandro Sallusti che proprio lontano da casa Berlusconi non è, che: “Dopo Silvio c’è solo Marina”. Dove, in casa, negli affetti, in tv? No, a Palazzo Chigi, a fare il capo del governo. Dunque eccolo, anzi eccola la candidata premier: la figlia di Silvio.
Improvvisamente una battuta acida di Italo Bocchino, una battuta di solo qualche giorno fa, una roba che sembrava solo fumo e fumogeno polemico, si veste di carne e ossa. Il “paradosso Bocchino” recitava: “Berlusconi pensa di aver costruito Palazzo Chigi per lasciarlo in eredità a Marina o Pier Silvio”. Paradosso, iperbole. Anzi no, Bocchino qualcosa doveva aver orecchiato: Marina premier non è una barzelletta di Silvio e neanche una barzelletta contro Silvio. Ne parlano, ne dicono. E Giulietti, deputato dell’opposizione si allarma: “Sarebbe una perfetta successione alla coreana”. In tempi normali uno pensa che Giulietti sia un super eccitato da calmare con il valium. Ma poi uno ci ripensa e dice: proprio sicuri che è Giulietti quello che esagera? L’ha detto un ministro che la “invocano”. Per chi non si sa, ma di sicuro si sa che è l’ora degli infermieri.
E altro autorevole ministro aveva appena finito di regalare al paese il suo sillogismo: Ferrari che perde il Mondiale F1, Montezemolo che mostra la sua inaffidabilità politica. Principio secondo il quale se il Milan non vince lo scudetto o va fuori dalla Champions, allora è dimostrata l’inadeguatezza di Berlusconi a governare. Se non ce la fanno Fini, Casini, Bersani e compagnia a far dimettere Berlusconi da premier entro l’anno, l’anno prossimo il pericolo viene da Benitez e Del Neri. E il miglior sostegno a Berlusconi premier non è Bossi ma Allegri. Un bicchiere di troppo per Calderoli, in fondo era domenica quando ha parlato così e dalle parti del Nord fa già un discreto freddo. No, il “dibattito” è subito partito in tv e nelle sedi politiche e aziendali: la Lega contro la Ferrari, la Ferrari contro la Lega. Uno pensa che stia scappando a tutti la frizione e invece sono tutti saldamente alla guida. Il Pdl alla ricerca del candidato del futuro prossimo, “non subito” ha precisato la Prestigiacomo “prima ci vogliono le elezioni”. Se papà Silvio va al Quirinale qualcuno a Palazzo Chigi ci dovrà pure andare. Non Renzo Bossi che pure accompagna papà Umberto ad ogni vertice di governo. Ma Marina sì, questa sì che è un’idea. E che dire di una cronaca di un telegiornale domenica sera, recitava così: “Non è un mistero che nei palazzi politici del centro destra si sia guardato con apprensione all’ultimo Gran Premio, se Alonso diventava campione, Montezemolo avrebbe potuto rivendere in politica il suo successo planetario…”. Sì, gli infermieri, anche se forse è già troppo tardi.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

15 commenti:

  1. immaginatevi le peggiori parole che esistono
    pensate? ecco di più.
    tale padre tale figlia. NESSUNO1°

    RispondiElimina
  2. Perdippiù sembra Silvio ventianni prima con un paio di tette!
    Che orrore!
    Spero per lei...che non sia colpa del fotografo altrimenti non vorrei essere al posto suo neppure se mi pagassero il mio peso in diamanti!

    RispondiElimina
  3. Tale padre tale figlia? E se fosse peggio?

    RispondiElimina
  4. In questo disastrato paese abitato da un disastrato popolo di boccaloni, manca solo di aprire alle faraoniche dinastie per vivere felici e contenti.

    RispondiElimina
  5. Che dire?!Al peggio non c'è mai fine!!!

    RispondiElimina
  6. DOPO BOSSI
    IL TROTA

    DOPO SILVIO
    MARINA

    FORSE QUALCUNO HA RESTAURATA
    LA MONARCHIA E NESSUNO SE NE
    ACCORTO?

    FORSE CI SIAMO ASSOPITI
    O SIAMO COMPLETAMENTE RIMBABITI.

    SVEGLIA, DIMOSTRIAMO DI NON ESSERE
    IL POPOLO DESCRITTO DA LAMARTINE.

    EUSTACHIO

    RispondiElimina
  7. Esprime tutta la sua provenienza di classe famigliare.E' la dimostrazione che i soldi fatti velocemente non danno nè cultura nè classe nè buone persone intorno a te.Quell'immagine mi ha confermato la pachidermide eleganza e cultura della famiglia alla quale appartiene,ma ciò che più mi mette a disagio è che ormai si pensa che tutti gliItaliani siano di questa levatura.Un buzzurro a rappresentarci.

    RispondiElimina
  8. E tua madre, caro Abbatangelo, che fa?
    La verità è che sei solo uno dei tanti servetti di questa sinistra.
    Renzo Bossi ti ha querelato? Ha fatto benissimo! Sei scappato in Francia perchè sei come Cesare Battisti: un terrorista!

    RispondiElimina
  9. Ma l'Alfonsa non l'aveva dipinta come una gran gnocca??? A me me pare un cesso ambulante... Eh potenza del photoshop che trasforma le racchie in regine....

    RispondiElimina
  10. E se la meritassimo,.....?

    RispondiElimina
  11. Ma quantyo male fa l'invidia! Questi pieni di rancore solo perchè sono poveri di soldi e di intelletto, le due cose vanno di pari passo.
    Poverini dategli un lecca lecca per passare il tempo.

    RispondiElimina
  12. potrebbe concorrere a miss escort

    RispondiElimina
  13. Dopo cotanto padre....la figlia no.....! Per favore risparmiatecela questa iattura.....!
    L'avete vista bene....? La buzzurra con la stessa arroganza del padre e la stessa aria di chi fa tutto quello che vuole perchè ha i soldi....!

    RispondiElimina
  14. Io credo siate tutti, voi che scrivete, i veri arroganti che giudicate in maniera lapidare una persona che non conoscete solo come riflesso negativo del padre.
    O altrimenti conoscete e quindi sparlate, codardi, nascondendovi dietro nomi inventati.
    Se l'Italia va male è solo per la genete come voi che alimenta gli spettegolezzi da "bassifondi", invece potrebbe, se ci crede, cercare di fare qualcosa di concreto per il paese. C.A.

    RispondiElimina
  15. Capito,ti sei innamorato,non farci caso capita,passerà !

    RispondiElimina

"Rifiutare di avere opinioni è un modo per non averle. Non è vero?" Luigi Pirandello (1867-1936)